Obbligazioni Banca Intesa

XT_World_Trade_300x250_IT

intesa sanpaoloSe si desidera effettuare un investimento, le strade percorribili sono molte. Sul mercato, è possibile scegliere tra una vasta gamma di prodotti finanziari, adatti a tutte le esigenze e le capacità. Innanzitutto è necessario capire che tipo di investimento si vuole fare, il grado di rischio che si desidera assumere, il rendimento che si vorrebbe avere, la capacità finanziaria di cui si dispone.

Se, per esempio, si è alla ricerca di rendimenti medio alti, e si è disposti a correre qualche rischio, si potrebbero fare degli investimenti in azioni o comunque sul mercato. Se invece, si desidera stare tranquilli e magari vedersi corrisposto un onesto 1, 2% di rendimento, è possibile sottoscrivere per esempio, titoli di stato a breve o medio termine, aprire un conto deposito o investire in obbligazioni.

Le obbligazioni sono dei titoli di credito emessi da società, di solito grandi e molto grandi, istituti di credito ed enti pubblici che, una volta scaduto il termine del contratto, ripagano il creditore attraverso il pagamento del capitale più la quota di interessi concordata.

Nel caso delle obbligazioni, non si ha voce in capitolo nelle decisioni prese dalle aziende, a differenza degli azionisti che possono farsi valere, al di sopra di certe quote, nelle assemblee degli azionisti. Però, in alcuni casi, può essere prevista la possibilità di poter trasformare le proprie obbligazioni in azioni, e partecipare così alle assemblee e prendere parte alle decisioni.

Investire in obbligazioni Banca Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo, prevede la possibilità di investire sia in obbligazioni dirette emesse dal gruppo, bond, sia di recarsi presso una delle filiali del gruppo e scegliere uno dei tanti pacchetti di obbligazioni offerti. Si tratta di prodotti finanziari di primo livello, con pacchetti formati dalle obbligazioni dei maggiori istituti di credito e delle società più grandi e affidabili del mercato.

Comunque, prima di sottoscrivere qualsiasi prodotto è sempre necessario leggersi attentamente tutte le norme e le clausole previste dal contratto, soprattutto quelle previste in caso di problemi legati alla bancarotta delle aziende in questione, al cambio delle condizioni contrattuali e ad ogni eventuale problematica che possa sorgere.
Per le obbligazioni, si tratta quasi sempre di prodotti che offrono un buon margine di sicurezza, che però non può mai essere assicurato al 100%.

Ultimamente, Intesa Sanpaolo, ha lanciato sul mercato un’offerta di obbligazioni pari a 1,25 miliardi, con un rendimento garantito del 7%, ed interessi che vengono pagati semestralmente. Il mercato a molto gradito questo tipo di operazione, con una richiesta per 3,25 miliardi di Euro.

Il taglio minimo è molto alto, 200.000€, con la possibilità che se dopo 5 anni Banca Intesa non richiami l’ordine, questo possa essere prorogato per altri 5 anni. La maggior parte di questa emissione di bond sono garantiti da mutui residenziali ceduti sul mercato da Intesa. Riuscire ad acquistare delle obbligazioni di questo tipo, magari sul mercato secondario, garantirebbe un bel rendimento, a fronte di un rischio medio basso per gli investitori.