Draghi apre alla possibilità del taglio del debito greco

XT_World_Trade_300x250_IT

tradingMario Draghi, il governatore della banca centrale europea, non ha avuto esitazioni nel ribadire quanto già detto dall’FMI: il debito greco così com’è non è sostenibile e va tagliato per consentire al paese di non trovarsi nuovamente in difficoltà tra qualche anno. Parole che hanno lasciato un po sorpresi gli europei che, fino ad ora, si sono dimostrati un po reticenti sulla questione.

Ma le parole di Draghi, riportate dai principali organi di stampa, non lasciano spazio a molte interpretazioni: “Non c’è dubbio: un alleggerimento del debito greco è necessario e credo che nessuno l’abbia messo in questione. Il problema è quale sia la miglior forma all’interno del nostro sistema giuridico. Credo che dovremmo concentrarci su questo punto nelle prossime settimane

Questo, dal punto di vista finanziario, potrebbe rappresentare una svolta. Come abbiamo visto in questi giorni i mercati finanziari non hanno brindato alla risoluzione della crisi greca come ci si aspettava e il motivo è piuttosto semplice: non c’è alcun motivo per farlo.

Nonostante il prestito ponte e gli altri aiuti da 80 e passa miliardi la Grecia non sarà in grado di restituire tutti i soldi e presto saremo nella stessa situazione di un mese fa. Chi fa investimenti finanziari questo lo sa e non si è scatenata quell’euforia che tutti si aspettavano.

Proprio per questo, in ottica di trading online, è molto importante che vi sia un’apertura in questa direzione. Oggi giocare in borsa è molto complesso e i mercati sono influenzati da queste news dell’ultimo momento. Un bravo trader deve sempre essere aggiornato su tutto ciò che accade nel mondo, specialmente in ottica di investimenti su valute e mercato azionario.

In questo periodo, infatti, i mercati non sono liberi di esprimersi ma, al contrario, sono imbrigliati nella morsa delle banche centrali che immettendo liquidità con l’obiettivo di tenere sotto controllo la speculazione, non stanno facendo altro che contribuire alla creazione di bolle finanziarie senza precedenti. Basti pensare a quello che è successo sulla borsa di Shangai dove negli ultimi 30 giorni si è bruciato oltre il 30% di capitalizzazione. Insomma oggi giocare in borsa non è una cosa per tutti.

Ci vuole una buona dose di autocontrollo e una grande capacità di interpretare i mercati finanziari in funzione, proprio, delle falsature che vengono messe in atto con queste maxi iniezioni di liquidità delle banche centrali!