Le commissioni applicate dai Forex broker

XT_World_Trade_300x250_IT

commissioni brokerUno degli aspetti fondamentali nella valutazione di un forex broker è il piano commissionale, ossia il costo a cui andiamo incontro per poter eseguire ogni singola operazione. Nel forex, così come nel trading online in generale, le piattaforme applicano 2 tipologie di commissioni.

Alcuni applicano un costo fisso sull’eseguito. In questo caso qualsiasi operazione si farà si andrà a pagare un costo fisso, per esempio 10 euro, al di la del capitale investito. Altri broker, invece, applicano uno spread sul valore della valuta. In questo secondo caso il costo dell’operazione andrà ad incidere in maniera proporzionale rispetto al capitale investito.

Tra i forex broker più affidabili non possiamo non prendere in considerazione che entrambe le soluzioni siano valide. Di sicuro l’opzione con costo fisso si adatta di più a chi investe somme molto alte, mentre la variante con sperad sulla quotazione si adatta a chi investe somme ridotte.

Commissioni forex: alcune considerazioni

A dir la verità si tratta di una differenza positiva tra prezzo di vendita e l’importo che abbiamo pagato per acquistare un CFD sul Forex, divario che equivale alle commissioni che ricava il broker dalle operazioni dell’utente con le diverse coppie di valute. Sebbene questo importo sia spesso ai minimi, esso rappresenta un importante punto per avere un’idea chiara sul livello di servizio di un broker e, dunque, sulla convenienza rispetto agli altri portali.

Quando andrete ad acquistare un particolare contratto per differenza collegato al Forex, dovrete considerare l’importo di leva e le vostre aspettative sulla crescita di valore che avrà, nel tempo, l’asset considerato.

Le commissioni entreranno in gioco, invece, quando andrete a scegliere il momento giusto per vendere il vostro contratto. Ci sarà molto da ragionare prima di procedere con la vendita di uno strumento relativo al Forex, per il semplice fatto che l’investitore non dovrà semplicemente scegliere l’istante in cui il valore finale è superiore a quello del momento in cui è stato sottoscritto il contratto, ma al prezzo di fine investimento dovrà sottrarre l’importo di commissione scelto dal broker, essenziale al fine di capire quanto realmente andremo ad incassare.

Nel complesso dobbiamo quindi sottolineare che la scelta del broker è fondamentale anche per questi aspetti. Capire qual è il tipo di operatività che si vuole avere è fondamentale per evitare di scegliere un piano commissionale troppo costoso rispetto a quelle che sono le nostre personali esigenze.